domenica 30 agosto 2009

Inverno di fine estate


Salute a voi.
Non mi dilungo in spiegazioni riguardo la cartina che trovate all'inizio di questo post. Giusto una parola: merda.
Come i più lesti di voi avranno intuito sono di nuovo a bordo del Langseth. Questa volta il viaggio è cominciato da Astoria. Anzi, per essere precisi è cominciato, come sempre, da casa mia. Dal momento in cui chiudo la porta lanciando un ultimo sguardo al salone. E poi aeroporto di Catania, Fiumicino, Atlanta (sosta forzata ad Atlanta causa maltempo e perdita di coincidenza oltre che di bagaglio). Poi ancora Portland (con benedetto ritrovamento del bagaglio che ha fatto un viaggio tutto suo) e, con una gita in macchina attraverso strepitosi boschi, Astoria. Astoria è la cittadina dove hanno girato il film "I Gunnies", o come accidenti si scrive. Si trova in Oregon, costa nordoccidentale degli Stati Uniti. Il posto è carino e freddino. Dopo appena un giorno ho realizzato che la mia estate era finita. Poi la partenza per questa nuova crociera. L'ultima della stagione. E scrivere "l'ultima" mi da una grande gioia.
Questa volta la crociera non prevede l'uso di streamer sismici. Solo OBS. Partenza il 22 dal porto di Astoria, Pier 1, nella foce del Columbia River. Poi si comincia a smollare a mare gli OBS. E finalmente si inizia a sparacchiare con gli airguns.
Eccoci alla carta meteo (nostra posizione approssimata: 48°N 130°W...poco più di cento miglia fuori dalle coste canadesi). Eccoci al mare di schifo che ci ha beccato qualche giorno fa e che è costato lacrime, sangue, imprecazioni, umore dal grigio al nero spinto, e i miei vari "non ne posso più". e qualcos'altro.
Per fortuna adesso la situazione è decisamente migliorata e, anche se mentre scrivo dal main lab posso gustarmi una bella e fitta nebbia notturna attraverso uno dei monitor che ci sono qui, oggi è stata proprio una bella giornata. Si è visto, pensa un pò, il cielo azzurro.
La mia vita a bordo è più o meno la solita, scandita da turni diurni sulla tower e turni notturni (turni notturni....potrebbe essere il titolo di....una canzone....una poesia....un gioco da tavolo....) nel mainlab.
Dicevo che la mia estate è finita. L'altro giorno, durante un turno al big eye (il binocolone che si usa per fare avvistamento), mentre tremavo un poco per il freddo, a un certo punto mi sono detto: ....cazzo ma è agosto cazzo! Perdonate il turpiloquio.... ma più passa il tempo e più il freddo lo sopporto poco. E poi pensavo queste cose indossando: calzettoni, pantaloni pesanti, magliettona a maniche lunghe, pile, felpa, cerata, sciarpa, guanti e cappello di lana (certo...avevo anche le scarpe e le mutande). Porcaccia della porcaccia. Ammetto una certa stanchezza accumulata e un bel pò di voglia di Sicilia e di casa. E vabbene, così è.
C'è di buono che: è l'ultima crociera dell'anno; è relativamente breve; i giorni di spari (e di conseguenza i giorni di pamlavoro) sono ancor meno; la cucina è decisamente migliore che la scorsa crociera; sono solo in cabina (anche se i miei compagniucci di stanza mi mancano un poco e non ci sono oblò nella cabina che è diventata la mia tana); la banda dei marine mammals observers è quasi la solita e la compagnia è piacevole. E poi, ancora una volta grazie a questo lavoro, mi ritrovo in posto sconosciuti, a guardare cose nuove, animali mai visti prima. A perdere tempo facendo considerazioni sull'inclinazione della luna a seconda della latitudine alla quale mi trovo.
E adesso basta che devo tornare a concentrarmi un poco sui miei bei monitor.
Alla prossima. E bentornati a bordo (bleah!).

1 commento:

ELI ha detto...

mamma mia Giovà...io sono andata in montagna per trovare un po' di fresco....certo invece che tu hai un po' esagerato nel voler cercare un posto al freschino e guarda dove sei capitato! Potevi rimanertene ad Astoria e imbarcarti con Willy l'orbo, il pirata dei Goonies. Lui si che è un bel tipo!